top of page
  • Immagine del redattoretaphros

Thanatos e il pensiero della morte

Aggiornamento: 17 apr 2023


Un'atmosfera di torbide e misteriose sensazioni induce al rabbrividente piacere della lettura, complice la suggestione del mondo occulto, caleidoscopio di un universo interiore dove, dagli anfratti dell'inconscio o dai pallidi albori della coscienza, si presentano i fantasmi che popolano i nostri sogni e turbano la visione della vita.

Presento in questo libro tra i vari temi, un mondo in cui gli elementi esoterici assumono aspetti religiosi.

Se le religioni ufficiali non soddisfano l'intelligenza e la fede, si crede che la magia e e dottrine esoteriche possano compensare l'ansia di sapere e produrre l'estasi di calma interiore.



Renzo De Martino scrive, a proposito della morte, "Noi non abbiamo che i nostri occhi per raccontare il nostro guardare verso la morte", indaga attraverso riflessioni teologiche, filosofiche e letterarie tutte le sfacettature di quest'ultima.


I pensieri che riporta sono tutt'altro che superficiali, oltre la morte, analizza temi di rilevante importanza ad essa collegata come la fragilità del tempo, se nel caso ci sia qualcosa dopo la morte, cosa e come potrebbe essere, dal punto di vista cristiano, e non solo.

Analizza la concezione della società riguardo la fine della vita, la crudeltà dell'essere umano, la figura del diavolo, la sua redenzione e tanto altro...



"L'angelo della morte" realizzato da Mary Evelyn Pickering raffigura una fanciulla in compagnia di un giovane alato con in mano una falce, emblema della morte.

Si potrebbe identificare questo giovane ragazzo col nome di Thanatos, il quale nella cultura greca era il nome associato alla morte.

Thanatos era il figlio di Erebo e di Astrea, o Notte. La narrazione della sua nascita è contenuta nella Teogonia di Esiodo, dove si narra che questo personaggio nacque assieme al fratello gemello Hypnos, il dio del Sonno. Altri fratelli di Thánatos erano le Moire, e Ker, la morte violenta.

Viene descritto anche da Omero come inviato di Zeus assieme al fratello Ipno per recuperare il corpo ormai senza vita di Sarpedonte, ucciso da Patroclo nell’Iliade.



Renzo De Martino (18 ottobre 1925),

già docente ordinario di Lettere italiane e latine, poi Preside di ruolo nei licei, giornalista pubblicista dal 1966, ha al suo attivo numerosi articoli e saggi di critica letteraria e artistica, storia, filosofia, pedagogia e varia umanità pubblicati sui quotidiani e riviste culturali.

Tra i suoi numerosi libri, oltre Thanatos c'è La Paura pubblicato sempre da Taphros nel 2017.

In aggiunta ha realizzato diverse traduzioni dal latino all'italiano, come quella degli Aforismi astrologici di Gerolamo Cardano, , la quale è stata prima e unica.

Il 2 giugno 1992, su roposta del Ministro Rosa Russo Jervolino, il Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro gli haa conferito la prestigiosa "Medaglia d'oro ai benemeriti dela Scuola, della Cultura e delle Arti".




A cura di Sabrina Petrosi


24 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page