Cenere

€ 16,50Prezzo
  • Non deve stupire affatto che un autore di fumetti si sia lasciato affascinare da una scrittrice come Grazia Deledda, in vero un po‘ dimenticata dalle ultime generazioni. Nelle opere della scrittrice nuorese ricorrono temi universali e senza tempo, come la crisi della famiglia, le lacerazioni interiori che patisce l'individuo, il contrasto tra il nuovo che avanza e il vecchio che cerca di sopravvivere (con la messa in discussione di un sistema di valori arcaico), il senso dell'onore vissuto con orgoglio, ma anche come catena. La Sardegna descritta dalla Deledda, può apparire agli occhi di un giovane lettore dei nostri giorni un luogo esotico e magico. Non credo sia casuale che, tra le tante opere della Deledda, la scelta di Sanna sia caduta su un romanzo come “Cenere”, che, oltre ad appartenere al periodo artistico più felice della scrittrice nuorese, è anche un racconto strutturalmente semplice, in cui è facile isolare il nucleo narrativo fondamentale e che, quindi, ben si presta ad essere tradotto in immagini forti ed evocative.

  • Simone Sanna è nato, vive e lavora ad Aggius. Diplomato in scenografia all'Accademia di Belle Arti a Sassari, alterna lavori di grafica, fumetto, decorazione e sperimentazioni della pittura tradizionale. Ha pubblicato diversi libri di fumetti tratti dalla letteratura tradizionale come "Il muto di Gallura" di Enrico Costa, "Una vendetta", da una novella di Guy de Maupassant, "Cenere" di Grazia Deledda e ha illustrato vari libri per l'infanzia. Come muralista ha eseguito diversi lavori in hotels e case private della costa Smeralda e in altre strutture turistiche sarde; inoltre ha progettato e coordinato gli studenti dell'Istituto Tecnico Commerciale di Valledoria in due percorsi di decorazione delle pareti interne della scuola.

Contatti · Contact us

via Antonelli 15 · 07026 Olbia (OT)

Tel. 0789 51785 · redazione.taphros@gmail.com

Si accettano

We Accept

  • White Facebook Icon
  • White YouTube Icon
  • White Instagram Icon
  • White Pinterest Icon

© 2017 by Taphros